Serie A2 stagione 1982 \ 83 Oscar, Jura,Kupec,Recalcati e Tanjevic e scusate se è poco….

2 0
Read Time:1 Minute, 56 Second

Era domenica 16 gennaio 1983, e noi ragazzini delle squadre giovanili di tutta la provincia eravamo accalcati sui gradoni del vecchio Palasport di Bergamo.
La partita era di cartello, al cospetto della capolista Sav Bergamo si presentava la seconda in classifica.,la Indesit Caserta, e tutti eravamo curiosi, ed ansiosi di vedere quello straniero, Oscar, di cui si dicevano già meraviglie.
Forti delle nostre convinzioni, per cui un brasiliano può solo giocare a calcio, non eravamo comunque preoccupati….alla fine noi avevamo lo Sceriffo, Chuck Jura, e in più C. J. Kupec, e Meneghel, tutti giocatori pluridecorati.
Poi…..poi la partita inizia, e il brasiliano che poteva, doveva giocare solo a calcio comincia anche lui.
Da fuori, da sotto, in entrata, in ogni maniera, fino a scriverne 42….a memoria, ma erano 42 e senza il tiro da tre, era una legnata clamorosa a suggello di una sconfitta 92 a 121.
Mano Santa ovvero o Rey do triple, quel giorno avrebbe segnato anche dal cortile dell’adiacente caserma, come poi avrebbe fatto per una lunghissima carriera, perché era un realizzatore naturale che aveva una dedizione al gioco incredibile; e visto che segnare punti è lo scopo del gioco, uno così fa sempre una bella parte in qualsiasi squadra.
Quel giorno tornando a casa ci erano crollate due certezze che fino ad allora erano indiscutibili.
La prima, per giocare a basket ad alto livello occorre essere americani, massimo jugoslavi, perché ad esempio la Lituania era solo una delle tante repubbliche sovietiche e non si sapeva nemmeno tanto bene dove collocarla.

La seconda, che non esistevano gli UFO, anche se Steven Spielberg provava a convincerci del contrario…..era sbagliato, ne avevamo appena visto uno, e aveva anche i superpoteri!!
In quel viaggio di ritorno a casa lo stupore e l’ammirazione avevano già lasciato il posto ad un altro argomento di discussione: poteva questo giocare in quella NBA di cui si inizia a vedere le partite?…..a posteriori sappiamo che si, che la cosa non si concretizzo’ solo perché Oscar non voleva perdere il diritto di giocare in Nazionale.
Un ultima considerazione: in quella partita gli allenatori si chiamavano Recalcati e Tanjevic, gli stranieri Oscar, Jura, Kupec, e quella era la A2….
La nostalgia non è sempre motivata, ma a volte è davvero una brutta bestia….

AUTORE E FONTE : MARCO GHISALBERTI

Happy

Happy

0 %

Sad

Sad
0 %

Excited

Excited
0 %

Sleepy

Sleepy

0 %

Angry

Angry
0 %

Surprise

Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Rispondi