Nostalgia Repesa: “Olimpia? Esonero fu colpa mia”

0 0
Read Time:49 Second

Il coach di Pesaro torna sull’esperienza a Milano: “Sbagliai nel voler costruire qualcosa a lungo termine, un club del genere deve solo pensare a vincere subito”.

Quattro titoli in poco più di due anni, due Coppe Italia, una Supercoppa Italiana e lo scudetto 2016, non sono bastati a Jasmin Repesa per aprire un lungo ciclo sulla panchina dell’Olimpia Milano.

Il coach croato ora alla guida della Vuelle Pesaro, intervistato da ‘Tuttosport’, è tornato, assumendosene le colpe, sull’esonero subito nell’estate 2017, figlio dell’eliminazione nella semifinale playoff contro Trento:

Una squadra come Milano deve vincere subito, io invece volevo costruire qualcosa in prospettiva – l’ammissione di Repesa – Per questo portai giocatori come Abass e Fontecchio. Fu colpa mia. Secondo me senza continuità tecnica a livello di giocatori e di staff tecnico non si può vincere e lo dimostrano Fenerbahce e Real Madrid. Giusto cambiare due o tre pezzi a stagione, non rivoluzionare tutto come accadeva a Milano.

Fonte: OMNISPORT VIRGILIO.IT

Happy

Happy

0 %

Sad

Sad
0 %

Excited

Excited
0 %

Sleepy

Sleepy

0 %

Angry

Angry
0 %

Surprise

Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Rispondi