0 0
Read Time:3 Minute, 3 Second

Kyle Lowry, veterano ex Raptors passato agli Heat

Free agency letteralmente in fiamme in questi caldi giorni di agosto, che ci sta offrendo tantissimi colpi di scena con al centro i migliori giocatori della lega. I Lakers dopo aver piazzato il colpo Westbrook, “rifondano” in maniera decisa la squadra firmando giocatori del calibro di Carmelo Anthony, Trevor Ariza, Wayne Ellington e Kent Bezemore ed insieme all’ ex Heat Nunn e all’ ex Hornets Malik Monk si candidano ad essere la contender numero 2 per il prossimo titolo Nba; già perchè ad ora la contender numero 1 resta sempre Brooklyn, che lascia partire Spencer Dinwiddie, accasatosi ai Wizards e prendono l’ australiano ex Spurs Patty Mills, rifirmando Blake Griffin e Bruce Brown, reduci da una buonissima stagione in maglia Nets.

I Miami Heat firmano Kyle Lowry (90 milioni per 3 anni) e rinnovano il leader della squadra Jimmy Butler inieme all’ ottimo Duncan Robinson che rinnova con la franchigia della Florida per 5 anni per un totale di 90 milioni. Presi anche PJ Tucker (fresco di titolo con i Bucks) a 15 milioni per 2 anni e Markieff Morris, gemello di Marcus (Clippers) ed ex Lakers. Rinnova anche Victor Oladipo che era arrivato poco prima della fine del mercato durante la seconda parte di regular season dell’ anno scorso, rimandando la ricerca di un contratto più corposo al 2022.

Si rifanno decisamente il look i Chicago Bulls allenati da Bill Donovan che chiudono una trade con i San Antonio Spurs cedendo Thaddeus Young e 3 scelte al draft per assicurarsi le prestazioni dell’ ex Raptors, DeMar DeRozan. Ma l’ ex Spurs ovviamente e solo un antipasto perchè dopo aver preso a Febbraio scorso Nikola Vucevic, in questa free agency, i Bulls firmano la PG ex Pelicans Lonzo Ball per 85 milioni in 4 anni, l’ ex Lakers Alex Caruso e il centro Tony Bradley che prenderà il posto di Daniel Theis, spedito ai Rockets. I Bulls possono vantare una starting line up di tutto rispetto con Ball, Lavine, Vucevic, DeRozan e Williams.

Sull’ altra sponda di Los Angeles, ossia, quella dei Clippers di Steve Balmer, comincia a muoversi qualcosa e nella giornata di ieri i californiani hanno iniziato a battere i primi colpi pensando soprattutto a mantenere un asset che tanto bene ha fatto nella passata stagione ed infatti rifirmano Reggie Jackson per 22 mlioni per 2 anni, prendono il free agent Justise Winslow dai Grizzlies e soprattutto rifirmano Kawhi Leonard per un anno con opzione per il secondo. Nei giorni scorsi, i Clippers avevano rifirmato Nicholas Batum e Serge Ibaka ha esercitato la player option da circa 9 milioni; insomma, i losangelini vogliono dar seguito a tutto ciò di buono che è stato fatto fino ad ora, sperando che finalmente possa essere l’ anno giusto.

Da segnalare anche i rinnovi, entrambi sopra i 100 milioni, di Trae Young e John Collins, con Atlanta che ha fatto di tutto per trattenere il secondo, ritenuto un ottima spalla di Trae, nonchè il futuro degli Hawks. I Knicks rifirmano Derrick Rose, Randle e Noel e acquisiscono i due ex Boston Evan Fournier e Kemba Walker. Andre Iguodala dopo aver lasciato Miami, ritorna ai Golden State Warriors ( dove vinse 3 titoli Nba, 2015,2017 e 2018) mentre Dennis Schroeder sta parlando con i Celtics per un suo possibile approdo a Boston, Lauri Markkanen fà sapere ai Bulls di volere un nuovo inizio (Charlotte?). I Mavs stanno preparando l’ offerta per l’ estensione di Luka Doncic e Memphis spedisce la guardia Grayson Allen a Milwaukee ricevendo in cambio Sam Merill e due future scelte al secondo giro del draft.

Happy

Happy

0 %

Sad

Sad
0 %

Excited

Excited
0 %

Sleepy

Sleepy

0 %

Angry

Angry
0 %

Surprise

Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Rispondi