0 0
Read Time:2 Minute, 21 Second

La 6° giornata di LBA ci ha fornito delle importanti indicazioni per il proseguo del campionato,la prima e’ la  guarigione …della Virtus Bologna che a Venezia ha dimostrato quella solidita’  non tanto tecno-tattica ma sopratutto mentale, coach Djordjevic si affida praticamente alla vecchia Virtus,ossia a quel  gruppo che lo scorso anno  fece cose egregie prima dello stop definitvo del campionato causa pandemia, in laguna  nei momenti chiave della gara l’allenatore Serbo lascia  “marcire” in panchina i neo arrivati Abass,Adams e Alibegovic che nel 3° e 4° periodo  praticamente non mettono piu’ piede in campo. Unica eccezione e’ quel  Tessitori che si  insieme a Pajola e’ l’uomo che da la scossa alla squadra con punti energia e recuperi importanti che hanno permesso alle V nere di rivoltare come un calzino una gara che di certo non si era messa bene.Milano come spesso  gli capita ultimamente gioca un po a complicarsi la vita…ma quando c’e’ da schiacciare sull’accelleratore di certo non si fa pregare,anche con Trento nel quarto decisivo piazza un break  di 13 a 0 che tramortisce i ragazzi di coach Brienza non dando  la possibilita’  ai Trentini di giocare  alla pari come era successo nelle prime 3 frazioni di gioco

. Brindisi si conferma  ancora una bella realta’,la vittoria contro la Fortitudo Bologna( squadra a nostro avviso in piena crisi d’identita’) permette alla ” banda ” Vitucci di accasarsi al secondo posto nella classifica generale , la gara vinta facilmente contro la Effe Scudata ha dimostrato come sono essere sempre  diversi i protagonisti che si alternano in questo momento della stagione. Questo volta sono stati  Gaspardo  e Zanelli ad essere dei veri valori aggiunti con Willis in forma smagliante , ed un A. Harrison che sembra fidarsi… sempre piu’ dei compagni,fattore non da poco per l’americano che in queste prime giornate ha spesso forzato situazioni e tiri anche quando non c’e’ ne era bisogno.Cremona ci conferma ancora una volta che e’ piu’ viva che mai, anche con 2 defezioni importanti come T.J e Jarvis Williams lotta alla pari con Pesaro sfiorando l’impresa dopo una rimonta da – 21, ma la cosa che deve far felice coach  Galbiati sono sicuramente la crescita di elementi come Hommes ( e’ in continuo miglioramento di partita in partita…) e Mian che ogni volta che c’e da far canestro di sicuro non si tira indietro… il tutto e’  un valore aggiunto  importante a delle certezze che fino a qualche mese fa i gialloblu non si sognavano neanche di avere.Sassari gioca a tiro a segno contro quello che resta di una Varese che a tratti in difesa e’ stata quasi imbarzzante,emblematico e’il 13\15 da 3 dopo i primi due quarti, con i sardi che hanno preso spesso tiri aperti dall’arco piu’ frutto delle lacune difensive avversarie che per propri meriti.

Happy

Happy

0 %

Sad

Sad
0 %

Excited

Excited
0 %

Sleepy

Sleepy

0 %

Angry

Angry
0 %

Surprise

Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Rispondi