0 0
Read Time:1 Minute, 57 Second

Finalmente e’ partito  il massimo campionato di pallacanestro con la speranza che questo maledetto virus prima o  poi ci abbandoni,e tanta gente possa ritornare  a riempire i palazzetti come accadeva fino allo scorso Febbraio.  La prima di campionato ha confermato in linea di massima tutto quello che si era visto in Supercoppa anche se le sorprese non sono mancate Fortitudo su tutte. Ma per dovere di cronaca partiamo dalla squadra che lo scorso anno aveva dominato la regular season prima dello stop dovuto alla pandemia da Covid 19,  una Virtus Bologna che ieri ha giocato come si suon dire sul velluto….troppa la differenza dei valori in campo sia numerici nella profondita’ del roster, sia qualitativi, oltre ad un ottima intelaiatura  dello scorso anno su cui Sasha Djordjevic ha potuto lavorare senza stravolgere il roster a disposizione. Con tutto il rispetto per la Pallacanestro Cantu’  ma  non avevamo nessun dubbio come sarebbe finita questa partita…. Milano sa solo vincere, fatica nel primo tempo, ma nella ripresa non c’e scampo per Reggio Emilia ,nonostante le tante defezioni  Ettore Messina porta a casa l’ennesima vittoria che da morale in vista del primo impegno di Eurolega  contro il Bayern.

Venezia e’ sempre la solita…tosta,solida, e si trasforma quando riesce a giocare in campo aperto in transizione,ma questo l’avevamo gia’ scritto piu’ volte nei nostri  recenti articoli,il vero salto di qualita’ i lagunari devono farlo nell’attacco a difesa schierata dove non sempre  sono equilibrati sia nella scelta dei tiri poco qualitativii che in una continuita’ di gioco che spesso latita negli uomini di De Raffaele.  La sorpresa arriva dalla Fortitudo Bologna che in quel di Roma si scioglie come neve al sole…. con una difesa che a tratti e’ quasi imbarazzante,troppo brutta per essere vera,con un atteggiamento e un linguaggio del corpo che non e’ piaciuto a coach Sacchetti che di certo non le ha mandate a dire….come testimoniano le sue dichiarazioni nel post partita.  Se ce’ una mina vagante quella sicuramente e’ la Dinamo Sassari, quando si gioca su ritmi e punteggi alti la squadra di Pozzecco dimostra di esserci,fattore che si e’ ripetuto anche ieri dopo le buone prove di Supercoppa,contro una Pesaro che a nostro avviso fara’ un ottimo campionato sotto la guida di un coach esperto e valido come Jasmin Repesa

Happy

Happy

0 %

Sad

Sad
0 %

Excited

Excited
0 %

Sleepy

Sleepy

0 %

Angry

Angry
0 %

Surprise

Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Rispondi