Eurolegue Preview : Milano scontro al vertice nella giornata decisiva.

0 0
Read Time:3 Minute, 2 Second

Il turno 30 di Eurolega ha in programma diverse partite che sono scontri di vertice e che possono rappresentare uno snodo nella corsa playoff, ormai incandescente.

Ultima in ordine di tempo, ma prima per classifica e per valore, AX MILANO Barcellona di venerdì sera al Forum ; partita di cartello se ce n’è una, vero e proprio anticipo di playoff e sicuramente un attesa per uno spettacolo di alto livello.

I catalani che si presentano a Milano sono una squadra forte, fortissima, infinita verrebbe da dire, piena di fuoriclasse e di ambizioni, costruita per andare in fondo e lasciare il segno.

Nikola Mirotic è il leader tecnico e realizzativo, viaggia a16.5 punti, 6.1 rimbalzi e 21.4 di valutazione, è il giocatore che cambia e indirizza le partite, uno che ha scelto di tornare in Europa per lasciare il segno e vincere.

A guidare la squadra e a smazzare assist troviamo l’americano di Grecia Nick Calathes, mentre sotto le plance l’ex Zalgiris Brandon Davies assicura un apporto cospicuo di punti e di lavoro duro; e in posizione di guardia Higgins viaggia a 12.7 punti di media.

A completare un roster stellare troviamo giocatori del calibro di Oriola, Hanga, Kuric che è uno che viaggia col 60% da tre, tutta gente di esperienza e valore.

Ma il vero valore aggiunto di questa squadra siede in panchina, ed è il lituano Sarunas Jasikievicius, un signore che in Europa ha vinto sia in campo che in panchina, e che ha avuto la fortuna ed anche l’onere di essere allenato da Obradovic, col quale ha affinato grinta e mentalità vincente.

Di fronte a questo Barcellona, squadra fortissima e ricca di individualità, Milano si presenta invece come la Squadra, dove individualità altrettanto forti e dominanti riescono a passare ad uno step superiore in cui sono al servizio di un progetto comune senza mai perdere le loro capacità di decidere un azione o una partita.

Chiunque sia il terminale offensivo della serata, Punter, Shields, Chacho, Datome, il punto di forza di Milano è una compattezza ed una solidità mentale che la rendono, in questa Eurolega la squadra più ostica e difficile da affrontare insieme all’Efes di questo ultimo periodo ; nessuno credo può permettersi di affrontare l’Olimpia con nonchalance, pena lo sbattere rovinosamente contro un muro difensivo che in un attimo diventa una macchina di triple.

Ma già da giovedì possiamo assistere ad un altro big match, un Real Madrid CSKA che rappresenta non solo una sfida per un posto tra le prime quattro, ma anche un occasione per rifarsi subito dopo aver perso un Clasico o aver subito un tracollo interno dall’Armani, e per misurare subito il proprio livello di preparazione in vista dei playoff.

Zenit contro Baskonia e Fener contro Zalgiris sono altrettanti duelli all’ultimo respiro tra chi siede in prima classe e chi sta cercando in ogni maniera di trovare un posto al sole, e meritano tutta l’attenzione possibile.

Ma per finire con il botto, venerdì c’è in programma anche Bayern Monaco contro Efes : la colonia italiana in Baviera contro la corazzata di Ataman, e questo per la squadra di Trinchieri è un test fondamentale, per misurare la sua capacità di tenere mentalmente le partite importanti, di non subire pesanti imbarcate come a Milano o all’inizio col Baskonia, e per provare a viso aperto a fronteggiare quella che ad oggi è la squadra più ingiocabile del torneo.

C’è solo l’imbarazzo della scelta….anche se il cuore ci porta sotto la Madonnina ; il solo vero rammarico è che dobbiamo vedere la partita, le partite in televisione e non nei palazzetti, ma siamo fiduciosi che tutto questo passerà alla svelta.

Happy

Happy

50 %

Sad

Sad
0 %

Excited

Excited
50 %

Sleepy

Sleepy

0 %

Angry

Angry
0 %

Surprise

Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Rispondi