0 0
Read Time:3 Minute, 4 Second

Sull’onda dell’impresa di Belgrado anche il mercato in chiave Eurolega dell’Olimpia Milano si anima all’improvviso e molte ipotesi prendono corpo e si fanno concrete, anche con molte novità inaspettate.

Per prima cosa, mancano solo i dettagli alla firma di Nick Melli, centro tecnico e simbolo del progetto che dovrà riportare Milano alle Final Four per provare un altro assalto al titolo; il giocatore ha preso la sua decisione e firmerà secondo le nostre informazioni un contratto pluriennale economicamente simile a quanto percepiva in NBA.

A completare il restyling italiano di Milano è arrivata la firma di Pippo Ricci, ex capitano della Virtus e giocatore che dovrebbe essere, visto il suo percorso, l’uomo ideale nella Milano dello “sputare sangue” di petersoniana memoria, perchè uno che facendo affidamento sulle sue forze e sul suo lavoro parte dalla C gold ed arriva a Tokyo alle Olimpiadi è uno che vale tanto, dentro al campo ed anche fuori.

Per qualcuno che arriva, qualcuno parte, più o meno a sorpresa, ma col comune denominatore della destinazione: Partizan Belgrado, che da quando ha visto il ritorno di Obradovic sulla sua panchina è diventato un polo di attrazione incredibile e si candida già per entrare in Eurolega da protagonista nel 2022-23.

Kevin Punter se ne va perchè nella trattativa la società non ha ritenuto di soddisfare le sue richieste, e lui legittimamente ha scelto il fattore economico e di carriera; al suo posto è dato in arrivo Troy Daniels, guardia tiratrice con 7 campagne NBA ed altrettante franchigie alle spalle, il classico journeyman e tiratore di striscia temibile.

KP0 è una perdita pesante, certo, ma siamo nella logica del professionismo dove ognuno agisce in base a precisi calcoli di carriera e retribuzione.

Inaspettata, ma giustificata dal punto di vista tecnico è la rinuncia allo zainetto di Zach LeDay, che sarebbe stato chiuso nel ruolo di “4” da Melli e Mitoglou, e che pure lui ha scelto di portare talenti e zainetto alla corte di Obradovic, che sta diventando un polo di attrazione importante sul mercato, tanto che anche il Professor Micov, che ha sempre dichiarato il suo amore per il Partizan è dato in approdo a Belgrado: ma qui siamo al romanticismo assoluto….

Strani incroci di giocatori invece avvengono tra le eterne duellanti di Spagna, Barca e Real Madrid, l’una alla ricerca dell’ultimo passettino per vincere e l’altra impegnata in un rinnovamento che ha la panchina di Pablo Laso come centro di stabilità.

Hanga ed Huertel, per vie diverse, passano dalla Catalogna alla Casa Blanca, mentre Laprovittola è fortemente indiziato di fare il percorso inverso, a significare che le due Grandi di Spagna non lasciano nulla di intentato per mantenere la loro posizione di eccellenza.

E se facciamo un salto di qualche migliaio di chilometri, ed atterriamo sulla Prospettiva Nievskij posiamo vedere cjhe lo Zenit, magistralmente guidato da coach Xavi Pascual sta allestendo un altra formazione di primissimo ordine, dopo che negli scorsi playoff aveva fatto vedere i sorci verdi al Barca.

Le conferme di Ponitka, Poythress, Goudaitis e Baron sono il telaio su cui innestare i nuovi arrivi Lloyd, Frankamp,Mickey e Kuzminskas, tutte aggiunte di assoluto valore in attesa che Kevin Pangos, leader tecnico ed emotivo sciolga i suoi dubbi, preso tra sirene NBA ed offerte del CSKA e magari firmi un rinnovo che proietterebbe la squadra di San Pietroburgo tra le favorite d’obbligo.

Ma ci piace concludere con la notizia che uno degli eroi di Belgrado, Simone Fontecchio, passerà dall’Alba Berlino al Baskonia con un triennale, ulteriore segno che i nostri giocatori sono apprezzati ad alti livelli; e per tutto il resto, seguite il nostro sito e…..stay tuned!

Happy

Happy

0 %

Sad

Sad
0 %

Excited

Excited
0 %

Sleepy

Sleepy

0 %

Angry

Angry
0 %

Surprise

Surprise
0 %

Average Rating

5 Star
0%
4 Star
0%
3 Star
0%
2 Star
0%
1 Star
0%

Rispondi